comeifioriinautunno

sussurrinellanebbia:

lila-northmann:

comeunapiumadigabbiano:

unfjxable:

la-mia-ancora:

deathspidernow:

la-mia-ancora:

00:00 ti penso.
01:00 e ti penso.
02:00 e ti penso.
03:00 e ti penso.
04:00 e ti penso.
05:00 e ti penso.
06:00 e ti penso.
07:00 e ti penso.
08:00 e ti penso.
09:00 e ti penso.
10:00 e ti penso.
11:00 e ti penso
12:00 e ti penso.
13:00 e ti penso.
14:00 e ti penso.
15:00 e ti penso.
16:00 e ti penso.
17:00 e ti penso.
18:00 e ti penso.
19:00 e ti penso.
20:00 e ti penso.
21:00 e ti penso.
22:00 e ti penso.
23:00 e ti penso.
00:00 e ancora ti penso.

Non bisogna mai far dipendere la propria vita da qualcuno, ricordatevelo.

I miss you.

Porco dio, ti penso ancora

Devo abituarmi di nuovo a stare senza lui.. Lo devo fare cazzo.

❤️

"A scrivere sui muri che mi pensi raramente."

sussurrinellanebbia l’ultimo commento ti ricorda qualcosa?

lila-northmann sto ancora ridendo.
skzie
Wake me up at 3am just to tell me that I’m not close enough. Wake me again at 7am because we need to get ready for the day. Once more at 7:15 because we both know I don’t do mornings. Tell me about the dream you had last night while we have toast and orange juice. I’m tired as hell but I hear and feel every single word that you say. Ask me how I slept because you feel like you’ve been talking for too long. My answer is always the same when you ask, sleeping next to you is heavenly. Apologize for waking me up at 3am while I assure you that it’s okay and that I’m so glad that you did, then rally in your stubborn persistence the notion that it was out of line. Start explaining how wrong it was. You won’t get very far into your rant because I need to kiss you. Not only to stop you from being ridiculous but because I love you so much more than I can express with words. So please, wake me up at 3am so I can pull you closer and kiss you softly. “I love you endlessly” will be my sleepy response each time; as those four words are the only ones that can even come close to explaining my feelings for you.
I love you a lot (via sarahiscray)
destroyedus
Eppure lei era diversa, diversa come una di quelle che il sabato sera non si sbronzavano fino a star male e che non fumavano canne e stronzate varie solo per sentirsi superiori, era come una di quelle che camminavano sempre a testa bassa, con jeans e felponi che sembravano girar loro tre volte attorno perchè non erano della loro misura, lei era una di quelle che, a volte, per scarsa autostima e per il non sentirsi mai abbastanza belle, mandavano all’aria l’appuntamento con quelli che gli interessavano inventando un casino di scuse, lei era come quelle che nemmeno uscivano a volte nei week end e che preferivano guardare un film o leggere e rimanere a casa, era una di quelle che anche avendo un fisico da far invidia alle modelle, non indossava mai vestitini, come se per lei, e dico per lei, le sue gambe e la sua pancia non erano abbastanza magre per poterselo permettere, lei era come una di quelle che se non tornavi la sera ti aspettavano preccupate, lei era come quelle fortemente fragili, quelle che se gli dai una spinta le fai cadere ma quando si rialzano so’ cazzi, lei era come quelle ragazze esili, come quelle a cui leggevi gli stati d’animo negli occhi, lei era una di quelle che mettevano solo un pò di matita agli occhi per passare inosservate. Ma sapete, mica lo capivo io? Io a quel tempo, volevo accanto soltanto quelle che se la tiravano, quelle che quando ti abbracciavano puzzavano da un miglio di alcool e fumo, quelle che ti accontentavano in ogni senso, quelle che invece di semplici passeggiate andavano in discoteca, quelle che erano fottutamente stronze e stupide allo stesso tempo, quelle che erano in giro sempre con tacchi a spillo e vestitino inguinale, quelle che erano sempre truccate con chili di merda sugli occhi e col rossetto rosso sulle labbra. La guardo e la rimpiango, e sono sicuro che le rimpiangeranno tutti a tempo debito le ragazze come lei. Era così perfettamente cocciuta, così pesante che poteva farti esasperare ma che poi poteva farti davvero amare e poteva persino farti sentire amato, perché quelle come lei, amici miei, hanno da sempre saputo amare. Per questo, se vi siete stancati di loro e ve ne siete andati, tornate il prima possibile prima che, invece di sorridere per voi, sorridono per qualcun’altro che magari sa apprezzarle ma che non sa amarle davvero come avreste potuto fare voi.
i-consigli-di-un-pirla
Ma chi cazzo me lo fa fare di prepararmi alla mattina, truccarmi, vestirmi carina e sorridere sempre? Tanto nessuno mi nota.
Faccio schifo comunque

stella. (via chimangiafalebriciole)

Ecco.

(via laragazzadalprufumodilavanda)

Esatto.
Oramai manco il gatto sotto casa mia alza lo sguardo quando esco..

(via laragazzacheodiavalasuavita)

già

(via tuseiforteprincipessa)